Roulette al vero casinò, tra regole e bon ton

Quando si gioca alla roulette online si gode di numerose libertà che in realtà nel gioco all’interno dei casinò reali non sono concesse. Giocare a casa consente di poterlo fare vestiti in qualsiasi modo, anche nudi, volendo. Inoltre, consente di imprecare, gioire, applaudire, cantare, fischiare, fumare, espletare la riduzione dei gas ingeriti tramite via orale eccetera.

Quando ci si trova in un vero casinò, occorre rispettare rigorosamente le regole imposte dal casinò stesso. A seconda del casinò, queste regole possono essere più o meno ferree. Se vi trovate in uno dei tanti casinò di provincia inglesi, avrete un po’ più di libertà rispetto a quanto potreste averne invece, ad esempio, al casinò di Montecarlo.

Il consiglio è di non farvi prendere mai la mano ma anzi fare da esempio per gli altri giocatori.

Le buone maniere

Per quanto semplice possa sembrare, non dimenticatevi le buone maniere. Oggi non si fa più tanta attenzione alle buone maniere in pubblico come una volta, soprattutto negli ambienti chiusi, perciò diamo una piccola ripassata.

Per prima cosa, non è buona cosa urlare o schiamazzare. Per schiamazzare si intende parlare a voce spropositatamente alta, magari dicendo stupidaggini, chiamare qualcuno o ridere ad alta voce.

La seconda regola è quella di non bestemmiare. Non inveite contro qualche divinità o personaggio religioso. Non occorre fare nomi, ma avrete sicuramente colto il concetto.

Terza regola, più raffinata delle due precedenti, è quella di lasciar sedere gli anziani o le donne incinta (queste molto più rare) nel caso si avvicinino al tavolo. Non aspettate che ve lo chiedano: se si avvicinano, chiedete cortesemente se vogliano sedersi al vostro posto.

La regola del Tombé

Tantissimi, anzi sicuramente la stra-maggioranza dei giocatori dei casinò, almeno quelli non abituali, non conoscono la regola del Tombé. Se in prossimità di un tavolo dovessero cadere delle fiches, aspettate che arrivi il cosiddetto Valletto. Il valletto provvederà a sistemare le cose e a restituire le fiches al legittimo proprietario. Raccoglierle prima sarebbe non solo poco educato, ma anche contro le più fiscali regole della sala da gioco.